FRANCESCO ARENA
PASSAGGIO

Venerdì 17 novembre 2017 alle ore 19 presso lo Studio Trisorio in via Riviera di Chiaia 215, sarà inaugurata la personale di Francesco Arena dal titolo Passaggio.

Sarà presentata una serie inedita di quattro sculture e un’installazione site-specific.

Le sculture in bronzo bianco, “sculture divise e distanziate”, hanno forme semplici e dimensioni varie:

Blocco (città) ha le stesse dimensioni di un blocco di argilla di 25 Kg.
Tubo (muro) ha la lunghezza di 4 m.
Palla (casa) ha le stesse dimensioni di un pallone da spiaggia.
Lastra (mano) ha le dimensioni di un foglio A4.

Ogni scultura è divisa in due in modo diverso: la “lastra” è divisa agendo sul suo spessore, la “palla” è sezionata in due parti, il “tubo” è piegato a metà sino a strapparsi, il “blocco” è diviso tirando le due estremità in senso opposto.

Il taglio diventa elemento scultoreo e le due parti complementari di ciascuna opera sono posizionate ad una distanza precisa che trova esatta corrispondenza nelle proporzioni del corpo stesso dell’artista, nello spazio in cui vive, nel contesto spaziale e architettonico della città che ospita la mostra.

Così, le due parti della “lastra” sono esposte a 20 cm l’una dall’altra, rispettando la stessa distanza che c’è tra la punta del pollice e la punta del mignolo della mano destra dell’artista; fra le due metà della “palla” c’è una distanza di 20,95 metri che corrisponde esattamente alla diagonale dei due angoli estremi della sua casa e le due sezioni del “tubo” sono divise da una parete in dialogo con l’architettura, fino ad arrivare alle due parti del “blocco” distanziate di 1 km l’una dall’altra in relazione con lo spazio della città, corrispondente alla Cioccolateria Dolce idea di Gennaro Bottone in via Gennaro Serra 78.

L’installazione Passaggio - che dà il titolo alla mostra - è un intervento concepito appositamente per lo spazio della galleria, in dialogo con la storia specifica di questo luogo tradizionalmente adibito a ricovero per le carrozze. L’intervento dell’artista ridimensiona il “passaggio” fra i due ambienti della galleria e mette in discussione la caratteristica visione prospettica centrale. Lo spazio viene così letteralmente rimodellato utilizzando un materiale classico della scultura come l’argilla.

La mostra si potrà visitare fino al 30 gennaio 2018.

Biografia
Francesco Arena è nato a Torre Santa Susanna, Brindisi, nel 1978, vive e lavora a Cassano delle Murge, Bari. Per creare le sue opere inizia dalla storia, in particolare dai fatti politici e sociali che caratterizzano il passato recente. Nelle forme sintetiche e metaforiche delle sue sculture, episodi troppe volte nascosti o messi a tacere guadagnano una nuova vita. I suoi lavori sono stati esposti in numerose mostre personali e collettive, in spazi pubblici e privati: Unlimited, ArtBasel, 2017; Sprovieri Gallery, Londra, 2015; Galleria Raffaella Cortese, Milano, 2014; Nogueras Blanchard Gallery, Madrid, 2013; Frac Champagne-Ardenne, Reims, 2012; Museion, Bolzano, 2012; Monitor, Roma, 2011; Peep Hole, Milano, 2011; Art Statement ArtBasel, 2010. Nel 2013 ha partecipato al progetto espositivo Vice Versa per il padiglione italiano della 55ª Biennale di Venezia. Nel 2014 la sua opera Posatoi è entrata a far parte della collezione d’arte italiana di Nancy Olnick e Giorgio Spanu, Garrison, New York.


On Friday 17 November, 2017 at 7 p.m. at Studio Trisorio, in via Riviera di Chiaia, 215, a solo exhibit by Francesco Arena entitled Passaggio will be inaugurated.  

Four never-before-exhibited white bronze sculptures and a site-specific installation will be presented.

The white bronze sculptures, “divided and distanced”, are simple in form and of varying dimensions:

Block (city) has the same dimensions as a 25 Kg. block of clay.
Tube (wall) is 4 meters in length.
Ball (house) is the size of a beach ball.
Slab (hand) is the same size as an A4 sheet of paper.

Each sculpture has been divided in half in different manner: the clay “slab” was divided by acting upon its thickness, the “ball” was sectioned into two parts, the “tube” was bent until breaking point and the “block” was divided by pulling its two extremities in the opposite directions.

The cut becomes a sculptural element and the two complementary parts of each work must be positioned at a precise distance which corresponds exactly to the proportions of the artist’s body, the space in which he lives, and the spatial and architectural context of the city hosting the exhibit.

Consequently, the two parts of the “slab” are exhibited at a distance of 20 cm. from each other, maintaining the same distance that there is between the tip of the artist’s right hand thumb and the tip of his little finger; there are 20.95 meters between the two halves of the “ball” which corresponds precisely to the diagonal of the two extreme corners of the artist’s house; the two sections of the “tube” are divided by a wall, and the two parts of the “block” are positioned at a distance of 1 km. in relation to the space of the city, corresponding to distance between Studio Trisorio and “Dolce Idea”, Gennaro Bottone’s chocolate shop located in via Gennaro Serra 78.

The installation entitled Passaggio lends its name to the title of the exhibit and has been specifically conceived for the gallery in dialogue with the history of this location which once housed carriages. The artist’s intercession re-dimensions the “passage” between the two areas of the gallery and brings into question the characteristic central perspective view. The space is, thus, literally re-modelled using classical sculptural materials such as clay.

The exhibit will remain open to the public until 30 January, 2018.

Biography
Francesco Arena, born in Torre Santa Susanna, Brindisi, in 1978, lives and works in Cassano delle Murge, Bari. The starting point in creating his works is history, specifically political and social events which have marked the recent past. In the synthetic and metaphorical forms of his sculptures, episodes which are all too frequently kept hidden or are silenced thus acquire a new life. His works have been exhibited in numerous solo and group exhibitions, in both public and private venues: Unlimited, ArtBasel, 2017; Sprovieri Gallery, London, 2015; Galleria Raffaella Cortese, Milan, 2014; Nogueras Blanchard Gallery, Madrid, 2013; Frac Champagne-Ardenne, Reims, 2012; Museion, Bolzano, 2012; Monitor, Rome, 2011; Peep Hole, Milan, 2011; Art Statement ArtBasel, 2010. In 2013, he took part in the Vice Versa exhibition project for the Italian pavilion at the 55th Venice Biennale. In 2014, his work entitled Posatoi became part of the Nancy Olnick and Giorgio Spanu Italian Art Collection in Garrison, New York.