BILL BECKLEY
21 aprile - 26 giugno 2004 Roma
23 aprile  - 26 giugno 2004 - Napoli

L'artista americano Bill Beckley torna allo Studio Trisorio per presentare i suoi ultimi lavori a Napoli e a Roma, nel nuovo spazio che la galleria ha aperto recentemente.

Esponente negli anni ¹70 della Narrative Art, basata sulla combinazione di riproduzioni fotografiche e testi scritti che alteravano il senso delle immagini, Bill Beckley usa tuttora la fotografia come mezzo d¹espressione.
Nel 2000, ispirato da un vaso di gigli, inizia a fotografare steli di fiori..
Gli steli, messi a fuoco minuziosamente in modo da evidenziarne la trama e posti contro un fondale neutro, perdono ogni connotato reale. Il grande formato, i colori saturi e brillanti, l¹uso di titoli inconsueti come American Gothic, Rendez-vous in Tianamnen Square, The Aftermath, Midnight, Last Judgment, contribuiscono a rendere i soggetti sempre più astratti, fino a trovare - come l¹artista stesso ci suggerisce - similitudini con gli ideogrammi orientali.

Biografia
Bill Beckley è nato ad Hamburgo in Pennsylvania, nel 1946.
Dal 1970 insegna semiotica ed estetica, alla School of Visual Arts di New York.
Beckley ha esposto in importanti gallerie in Europa e negli Stati Uniti fra le quali: Tony Shafrazi Gallery, New York; Ace Gallery, Los Angeles; John Gibson Gallery, New York; galleria Daniel Templon, Parigi; galleria Hans Mayer, Düsseldorf; Park Ryu Sook Gallery, Seoul; Nigel Greenwood Gallery, Londra.. Nel 1984 lo Städtisches Museum Abteiberg di Mönchengladbach gli ha dedicato una vasta retrospettiva. Bill Beckley ha esposto inoltre al Museum of Modern Art e all¹International Centre of Photography di New York.