SERGIO FERMARIELLO
09 marzo - 05 maggio 2012

Allo Studio Trisorio è in corso, fino al 5 maggio, una mostra personale di Sergio Fermariello.

I suoi guerrieri intagliati nel corten, nell’acciaio, nella tela colorata, nella carta, ideogrammi di cavalieri erranti armati e disarmanti, animeranno i nuovi spazi dello Studio Trisorio nelle ex scuderie di Palazzo Ulloa di Bagnara alla Riviera di Chiaia, 215.

Il segno calligrafico di Sergio Fermariello ispirato alle scritture arcaiche, è il codice linguistico, l’elemento narrativo archetipo attraverso il quale l’artista racconta – moltiplicandole all’infinito – le gesta di eroi universali, uomini-guerrieri, mitici custodi della storia e del tempo.

Saranno esposte opere di grandi dimensioni e una scultura in ferro, tutte realizzate appositamente per questa mostra.

Sergio Fermariello vive e lavora a Napoli. Nel 1989 ha ottenuto il "Premio Internazionale Saatchi & Saatchi” per giovani artisti. Ha esposto in spazi pubblici e privati in Italia e all’estero come l’International Kunstausstellung di Berlino e il Musée de l'Abbaye Sainte-Croix di Les Sables-d'Olonne, il Museo MAC di Niteroi in Brasile. Nel 1993 ha partecipato alla 45ª Biennale di Venezia. Alcune sue opere sono installate nella stazione “Quattro Giornate” della Metropolitana di Napoli e nella nuova sede dell’Università Bocconi a Milano. Il suo lavoro fa parte della collezione del Museo di Capodimonte e della collezione Terrae Motus.


A solo exhibit of the works of Sergio Fermariello is being held at the Studio Trisorio until May 5th.

His guerrieri (warriors) etched in corten, steel and paper, are armed and unarmed knights errant which animate the new Studio Trisorio exhibition space located in the former stables of Palazzo Ulloa di Bagnara at the Riviera di Chiaia, 215.

Sergio Fermariello’s calligraphic sign, inspired by archaic writings, is a linguistic code, an archetypal narrative element multiplied to the infinite which the artist utilises to narrate the gestures of universal heroes, warrior-men, the mythical custodians of history and time.  

Both large scale works and steel sculptures, all specifically created for this exhibit, will be shown.

Sergio Fermariello lives and works in Naples. In 1989, he was awarded Saatchi & Saatchi International Prize for Young Artists. He has exhibited in numerous public and private venues in Italy and abroad including the International Kunstausstellung in Berlin, the Musée de l'Abbaye Sainte-Croix in Les Sables-d'Olonne and the MAC Museum in Niteroi, Brazil. In 1993, he participated in the 45th Venice Biennale. Some of his works are installed in the “Quattro Giornate” Station of the Metropolitana di Napoli and the new premises of the Bocconi University in Milan. His works are also part of the Capodimonte Museum collection and the Terrae Motus exhibit.