RAFFAELA MARINIELLO
OVER AND OVER
22 aprile - 10 giugno 2005

Venerdì 22 aprile 2005 alle ore 19.00 lo Studio Trisorio di Roma presenta in anteprima una video installazione della fotografa Raffaela Mariniello intitolata over and over.

La video installazione over and over sperimenta l’incontro tra fotografia e movimento. Attraverso una ripresa video in cui la camera è bloccata sul cavalletto e quindi ferma su una sola immagine in movimento, il tema del paesaggio urbano ritorna in una forma ibrida e il moltilplicarsi delle immagini proiettate sulla parete crea un unico insieme composto da tanti frammenti.

Questo lavoro, che è parte di un progetto fotografico dedicato al Mediterraneo, indaga gli aspetti comuni di alcune significative città del Sud Europa, del Nord Africa e dell’area orientale del Mediterraneo. Luoghi alle porte della città, quartieri di periferia e porti industriali sono i temi che la fotografa ha svolto nel corso di questi ultimi anni e che ritornano in questo progetto. Il lavoro di Raffaela Mariniello ha da sempre giocato sul doppio piano della perfetta definizione dell’immagine e dell’impalpabilità del movimento e della sfocatura.

Per questa sua particolare chiave di lettura della realtà, la fotografa è stata invitata dal comune di Cardiff nel sud della Gran Bretagna per realizzare un lavoro fotografico sulla regione del Galles, lavoro che verrà pubblicato in un catalogo e presentato alla Turner House Gallery di Cardiff nel mese di ottobre 2005.

Biografia
Raffaela Mariniello è nata a Napoli nel 1961.
Si è avvicinata alla fotografia appena ventenne collaborando con un’agenzia di fotogiornalismo. Dal 1986 ha realizzato numerose mostre personali in tutta Europa. Il suo lavoro “Bagnoli, una fabbrica” dedicato alla chiusura dello stabilimento siderurgico dell’Italsider, (catalogo Electa, Napoli, 1991) è stato esposto a Napoli, Nantes, Calais e Milano e le immagini lunari e metafisiche della fabbrica sono diventate a distanza di pochi anni una testimonianza storica unica.
I suoi lavori sono presenti in numerose collezioni private e in importanti collezioni pubbliche quali la Bibliothèque Nationale de Paris, la Maison Européenne de la Photographie di Parigi, la Fondazione per l’Arte Contemporanea Sandretto Re Rebaudengo di Torino, la Metropolitana di Napoli. Ha partecipato a numerose mostre collettive in Italia e all’estero, tra cui la XII Quadriennale d’Arte di Roma nel 1996, la VIII Biennale di Fotografia di Torino nel 1999, il Festival della Fotografia di Roma del 2002.
La collaborazione con lo Studio Trisorio è iniziata nel 1994.