La mostra presentava le varie sperimentazioni della videoarte con opere, tra gli altri, di Vito Acconci, Boetti, Boltanski, Daniel Buren,  Kounellis, Bruce Nauman, Nam June Paik, Paolini  Bill Viola, con proiezioni simultanee su una dozzina di monitors.

Oggi la galleria lavora con alcuni artisti che fanno uso quasi esclusivo del medium (John Wood & Paul Harrison), oppure ne sperimentano il linguaggio attraverso l'animazione e l'associazione della proiezione ad oggetti vari e di uso quotidiano (Lucia Romualdi, Eulalia Valldosera, Marisa Albanese), o ancora a complemento della loro ricerca in ambito fotografico (Stefano Cerio, Raffaela Mariniello).

torna alla pagina